Massaggio Thailandese

E’ un’antica arte per il benessere del corpo e della mente. L’atto istintivo di appoggiare le mani, toccare e strofinare parti del corpo dolenti risale probabilmente all’inizio del nostro processo evolutivo. Nel testo indiano Ayur Veda, che risale al 1800 a.C., si consiglia di usare il massaggio per aiutare il corpo a guarire. Il Thai è stato influenzato dal Buddismo, dalla cultura indiana e da quella cinese. Si pensa che i fondamenti teorici siano arrivati in Thailandia più di 2500 anni fa, con i monaci buddisti provenienti dall’India che portarono le proprie conoscenze della medicina ayurvedica. Comunque, gran parte delle origini della medicina tradizionale thailandese e del massaggio thai sono un po’ confuse poiché i testi di medicina sono stati persi con la distruzione dell’antica capitale Ayuttia nel 1767, dove erano conservati. I pochi resti di questi testi furono scolpiti nella pietra e ora si trovano al Wat Pho a Bangkok.

Oggi il massaggio thailandese è insegnato in diversi centri in tutta la Thailandia. Le due scuole più importanti sono la Wat Pho a Bangkok (stile del sud) e il Massage Hospital a Chiang Mai (stile del nord). Tra i due stili non ci sono sostanziali differenze, in realtà si integrano molto bene tra di loro.

Le basi teoriche del trattamento le troviamo nella filosofia orientale: quando il prana (ki, chi o energia vitale) scorre liberamente nel corpo, la persona gode buona salute, al contrario se si blocca può insorgere la malattia. Attraverso pressioni su punti che si trovano lungo percorsi chiamati sen (simili ad esempio ai percorsi dei meridiani caratteristici dello Zen Shiatsu), si riporta l’equilibrio nel corpo.

La pratica
Il Massaggio Thailandese consiste in un’alternanza di pressioni e di stiramenti che hanno origine dagli asana dello yoga. Le pressioni si fanno partendo dal basso del corpo del ricevente verso l’alto e viceversa utilizzando palmi, pollici, avambracci, piedi ecc… Lo scopo è ripristinare la corretta circolazione dell’energia (prana) potenziando le capacità di auto-guarigione del corpo. Alcuni principi del Thai si ricollegano alla medicina tradizionale cinese. I 10 sen che si percorrono nel trattamento sono molto simili ai 12 meridiani della” circolazione principale dell’energia” utilizzati nello shiatsu, così come le modalità di riequilibrio energetico e alcuni punti di riflesso. Le differenze sono nelle manualità e nella modalità di intervento.
Il Massaggio Thailandese apporta diversi benefici: è un ottimo antistress, favorisce il sonno e il benessere psicofisico; migliora la circolazione sanguigna e linfatica agendo sul drenaggio dei liquidi; rafforza gli organi interni mediante la pressione sui punti; aumenta la flessibilità del corpo alleviando dolori alla schiena, al collo, alle articolazioni ecc…

Massaggio Rilassante

Il massaggio Relax, o massaggio rilassante, o massaggio antistress, è un massaggio di natura estetica che però, andando a ridurre il livello di stress in chi lo riceve, ha effetti indiretti e benefici sulla salute.

Lo stress è la grande epidemia dei tempi moderni. Conduciamo vite dai ritmi frenetici, dobbiamo gestire una moltitudine di scadenze e sul lavoro proviamo sempre più la pressione di tenere performance alte e non deludere nessuno. Il fenomeno del burnout, dell’esaurimento nervoso causato dallo stress, colpisce sul lavoro ogni anno un numero alto di persone, e non scappano da questo pericolo neppure i più giovani: è noto infatti che la generazione dei Millennials sia tra le più colpite dallo stress.

Lo stress ha una moltitudine di sintomi ed effetti negativi e il suo accumulo può risultare pericoloso nel medio e lungo termine. Lo stress infatti può portare al consumo nervoso di cibo, con conseguente rischio di obesità, e compromettere il ciclo sonno-veglia, intaccando il riposo della persona e, di conseguenza, compromettere la sua salute. Più in generale e più nel breve termine, ciò che lo stress abbassa più di tutto è la qualità della vita: chi è stressato ha difficoltà a essere felice, a godersi i piaceri della vita, è irritabile e scontroso con amici e colleghi. La qualità del suo lavoro, inoltre, non può che esserne compromessa, innescando un circolo vizioso di insoddisfazione e stress.

Esistono vari modi per sfogare lo stress, come ad esempio fare sport, ma per prevenirne il futuro insorgere occorre un approccio più ragionato. I massaggi relax sono un buon metodo per combattere lo stress, tenerlo a livelli controllati, ed evitare che ritorni. Ma vediamo dunque cos’è il massaggio relax e quali sono i benefici del massaggio relax.

Il massaggio relax può essere eseguito con un approccio occidentale oppure con un approccio olistico, e in verità la maggior parte dei massaggi, a prescindere dalla tipologia, ha tra i suoi benefici quella di donare rilassamento al corpo. Il massaggio relax si concentra unicamente sull’effetto rilassante, che è la ragione per la quale viene fatto, risultando dunque più efficace delle altre tipologie a questo scopo. Il massaggio relax generalmente si effettua da sdraiati e il trattamento rilassante inizia ancora prima della manipolazione del massaggiatore: inizia con la creazione dell’ambiente, regolando le luci, la temperatura della stanza e i suoni in modo tale da portare a proprio agio la persona che lo riceve.

A seconda della tecnica impiegata, le manovre eseguite dal massaggiatore per un massaggio relax varieranno, ma in linea di massima il tocco sarà sempre delicato e morbido, finalizzato al rilassamento della persona che lo riceve. A questo fine, spesso vengono utilizzati olii profumati che aiutano a rilassare e lo scorrimento delle mani. Tra i benefici del massaggio relax, vi è la riduzione della pressione sanguigna, degli stati d’ansia e dei livelli di stress. Il massaggio relax stimola la produzione di endorfine, migliorando dunque l’umore di chi lo riceve.